L’eredità culturale della penisola tingitana: la ricchezza della diversità

Il patrimonio culturale della penisola tingitana, ponte tra due continenti e tra due mari, si è formato dall’incontro tra genti diverse che gli hanno conferito tratti originali.
Questa regione custodisce un’eredità culturale cospicua e vasta, le cui testimonianze sono ben riconoscibili nella fisionomia e nelle caratteristiche architettoniche degli abitati, tra le pieghe dei paesaggi rurali, nelle espressioni dell’arte e dell’artigianato, nella musica e nella poesia.
Dalla più remota Preistoria fino a oggi un susseguirsi ininterrotto di civiltà e di saperi ha dato vita infatti a manifestazioni culturali peculiari e diverse, che rappresentano una grande ricchezza della penisola tingitana.

La ceramica fenicia
Gli artigiani fenici producevano contenitori ceramici di varia tipologia e di differenti dimensioni a seconda delle funzioni alle quali erano destinati: la mensa, la dispensa, il trasporto; a...

Lixus nella tarda antichità
Diversi indizi permettono di ipotizzare una delle attività economiche a Lixus a partire dal 325-350, dopo la crisi che interessò la regione nel III secolo; l’abitato si era praticamente dimezzato (da...

Kouass in età romana
Kouass
Oltre alle officine ceramiche datate tra il periodo punico e quello mauretano, nel sito di Kouass M. Ponsich individuò anche altre strutture di età romana, collegate presumibilmente tra loro:...

Architetture portoghesi e spagnole
Gli interventi edilizi portoghesi nei centri della penisola tingitana si limitarono essenzialmente all’allestimento di fortificazioni e alla costruzione di alcuni edifici di rappresentanza. Il...

Le stele di Tétouan
Tétouan. Museo archeologico, stele funeraria proveniente dal locale cimitero
Le stele funerarie del cimitero di Tétouan, in gran parte conservate nel locale Museo archeologico, sono simili a quelle della Spagna o di città marocchine con forte presenza di Moriscos. In calcare...

Metrouna
Questo sito, individuato nel corso delle ricerche per realizzare la Carta archeologica del nord del Marocco, è situato sulla riva destra dell’Oued Martil, in prossimità della foce, a 500 m a NW da...