Necropoli megalitica di Mers


Descrizione: 

La necropoli megalitica di Mers è situata sulla costa atlantica, lungo la strada di collegamento Tanger-Rabat, sulla sommità di due colline di natura argillosa che, dal punto di vista geomorfologico, rivelano similitudini evidenti con quelle di El Mries. Il sito di Mers è interessato dalla presenza di tombe megalitiche dell'età del bronzo, la cui costruzione è stata realizzata con materiale lapideo proveniente dal massiccio di Dar Shiro, in cui si estraeva arenaria fine a composizione ferruginosa. Le tombe, costruite con quattro lastre di arenaria infisse a terra, hanno la forma di una cassa trapezoidale mentre la copertura esterna, realizzata mediante grossi blocchi assemblati e disposti a cerchio, conferisce l'aspetto di un imponente tumulo, che in alcuni casi raggiunge i 15 metri di diametro. All'interno veniva deposto il corpo del defunto, che giaceva disteso supino e contornato da vasellame ceramico, soprattutto tazze semisferiche e piatti carenati. I materiali , torniti a mano e mal cotti, rivelano tecniche di esecuzione e di lavorazione assai similari a quelle di epoca neolitica, riscontrate in molte grotte della regione di Tanger. In prossimità della testa dello scheletro sono state ritrovate anche alcune armi come lame di pugnali e lance in bronzo. Quanto al rito di deposizione dell'inumato, anche nella necropoli di Mers, come in tutto il continente nord-africano, è attestata la pratica di posizionare sopra il defunto grandi pietre piatte quasi a volerlo proteggere. Le tombe esplorate a Mers sono state suddivise in due grandi gruppi, "la Piccola necropoli" e la "Grande necropoli", e sono tutte assegnabili all'età del bronzo come documentano i materiali rinvenuti al loro interno.