I festival

La cultura attuale della Penisola tingitana trova nei festival l’espressione più genuina; essi possono avere carattere monografico o riunire diversi filoni: teatro, musica, danza contemporanea, spettacoli di strada figurano ad esempio nell’Alegriafestival di Chefchaouen. Il mussem culturale di Assilah è uno dei più celebri: ebbe inizio nel 1978 ad opera di Mohamed Melehi e Mohamed Benaissa che invitarono 11 artisti marocchini a dipingere murales ed è cresciuto sino a contare 35.000 spettatori, estendendosi anche alla musica. La musica è protagonista di due festival di Tétouan, che ha dato i natali a grandi artisti quali Abdessadek Chekara e Mohamed Larbi Temsamani: il festival internazionale di liuto e quello di musica andalusa. Tangeri ospita tre festival internazionali: di musica, di jazz e di teatro amatoriale.