Grotta di Kehf el Hammar


Descrizione: 

La grotta di Kehf el Hammar, situata nel nord-ovest del Marocco, nella regione del Maghreb, ha restituito una sequenza paleoambientale assai significativa per la fase del tardo Paleolitico Superiore. Le indagini archeologiche condotte all'interno della cava hanno messo in luce una stratigrafia assai complessa. Sono stati individuati diversi livelli di occupazione, ricchi di reperti faunistici, umani e litici, per la cui datazione si è ricorso ai metodi del radiocarbonio e della luminescenza. Tra i manufatti recuperati all'interno della cava si registra la presenza di selci, microliti e ornamenti vari quali conchiglie forate e ciondoli a forma di pietra. Analisi preliminari condotte su campioni di carbone grezzo hanno consentito di ricostruire i principali modelli vegetazionali del territorio che, sulla base delle curve di taratura standard delle date al radiocarbonio, sembrano essere quelli tipici del periodo climatico noto come Heinrich I, caratterizzato da un'intensa aridificazione databile all'incirca tra 16.700 e 17.250 anni fa. Negli strati superiori della grotta sono stati recuperati resti umani sia di adulti che di bambini, probabilmente riferibili al periodo iberomaurusiano del Paleolitico ma che attendono una conferma attraverso dettagliati studi morfologici e metodi di datazione al radiocarbonio.