Castellum Tabernae

Tabernae è situata a 17 km a nord di Lixus, su un pendio appena accentuato ai piedi della collina di Lalla Yilalia, da dove è possibile controllare le comunicazioni tra la regione di Tangeri e quella di Lixus.

Si tratta di una delle postazioni militari preposte al controllo e alla difesa della Tingitana.

I resti della cinta del campo oggi visibili risalgono al tardo impero. All’interno della muraglia, che ha una larghezza di circa un metro e che non risulta dotata di torri, erano i principia, oggi interrati, ma dei quali venne redatta una pianta.

Nell’Itinerarium Antoninii Tabernae è menzionata come stazione viaria, nella Notitia Dignitatum come accampamento della coorte III degli Asturi.

Lo studio delle monete rinvenute a Tabernae offre alcuni elementi per datare le fasi di vita di questo castellum: il campo fu forse edificato sotto Antonino Pio e venne abbandonato intorno alla metà del III s per essere poi rioccupato agli inizi del IV s. d.C., come si desume dalla Notitia.

La presenza di un contingente militare in età tardo imperiale è testimoniata anche da ritrovamenti archeologici quali elementi di vestiario, fibule e bottoni.