La qasba di Chefchaouen

La fortezza, edificata nella seconda metà del XV secolo, è il nucleo da cui si sviluppò la medina; oggetto di radicali restauri in anni recenti, ospita attualmente il museo etnografico ed alcuni uffici. La fortezza ha pianta grossomodo rettangolare (m 72x52) ed è rafforzata da bastioni e da torri quadrangolari; sul lato occidentale è una grande torre, aggiunta in un secondo momento. Un attento studio della costruzione ha portato a interpretarla come un campo militare stabile, sede allo stesso tempo di un potere politico. La torre principale si differenzia dal resto del complesso per struttura, tecnica edilizia e funzioni: di pianta quasi quadrata (m 7,71x7,40), si sviluppa su tre piani. Quello inferiore, al livello del giardino interno, è costituito da una grande sala con al centro un pilastro ottagonale da cui partono tre archi in travertino a tutto sesto che sorreggono altrettante cupole in mattoni; il piano intermedio è diviso in due ambienti rettangolari e sulla sommità è una terrazza coperta provvista di aperture arcuate su tutti i lati e di un parapetto con merli. Le porte originali sono tre, molto rimaneggiate.