L’eredità culturale della penisola tingitana: la ricchezza della diversità

Il patrimonio culturale della penisola tingitana, ponte tra due continenti e tra due mari, si è formato dall’incontro tra genti diverse che gli hanno conferito tratti originali.
Questa regione custodisce un’eredità culturale cospicua e vasta, le cui testimonianze sono ben riconoscibili nella fisionomia e nelle caratteristiche architettoniche degli abitati, tra le pieghe dei paesaggi rurali, nelle espressioni dell’arte e dell’artigianato, nella musica e nella poesia.
Dalla più remota Preistoria fino a oggi un susseguirsi ininterrotto di civiltà e di saperi ha dato vita infatti a manifestazioni culturali peculiari e diverse, che rappresentano una grande ricchezza della penisola tingitana.

Le città dopo l'indipendenza
Dall’indipendenza a oggi in Marocco si sono verificati alcuni importanti cambiamenti: l’inurbamento massiccio di popolazioni rurali e il parallelo abbandono, da parte delle componenti borghesi della...

Lixus: gli edifici sul pendio...
Agli inizi del II s. a.C. (200-175 a.C.) un importante quartiere si sviluppa sul versante meridionale della collina di Lixus, presso il settore del Carrubo (così chiamato per la presenza di quest’...

La fortificazione portoghese di Targha
Quest’opera difensiva è situata su un promontorio roccioso di piccole dimensioni alla foce dell’Oued Tarerha, che si erge direttamente sulla spiaggia. Si tratta di un forte di modeste dimensioni (il...

Qsar El Kebir sotto i Merinidi
La città si schierò sin dall’inizio della loro ascesa a fianco dei Merinidi, che la ricompensarono con la costruzione di edifici pubblici: un hammam, un ospedale (maristan) e una madrasa, oggi...

La zawiya e la moschea di Ouezzane
Anche se la sede della zawiya è oggi altrove, il centro del mussem è l’antico complesso; il suo edificio principale ha al centro un cortile circondato da un portico ad archi a ferro di cavallo acuti...

Lixus nella tarda antichità
Diversi indizi permettono di ipotizzare una delle attività economiche a Lixus a partire dal 325-350, dopo la crisi che interessò la regione nel III secolo; l’abitato si era praticamente dimezzato (da...