L’eredità culturale della penisola tingitana: la ricchezza della diversità

Il patrimonio culturale della penisola tingitana, ponte tra due continenti e tra due mari, si è formato dall’incontro tra genti diverse che gli hanno conferito tratti originali.
Questa regione custodisce un’eredità culturale cospicua e vasta, le cui testimonianze sono ben riconoscibili nella fisionomia e nelle caratteristiche architettoniche degli abitati, tra le pieghe dei paesaggi rurali, nelle espressioni dell’arte e dell’artigianato, nella musica e nella poesia.
Dalla più remota Preistoria fino a oggi un susseguirsi ininterrotto di civiltà e di saperi ha dato vita infatti a manifestazioni culturali peculiari e diverse, che rappresentano una grande ricchezza della penisola tingitana.

Quitzán
Situato su un’altura presso il corso medio dell’Oued Martil, presso Tétouan, Quitzán fu un importante centro a carattere urbano la cui vita si sarebbe protratta dall’epoca punica (V s. a.C.) fino a...

Tétouan morisca andalusa
Tétouan. La Medina, gli ingressi delle abitazioni tradizionali.
Al momento della rifondazione da parte di Sidi Al Mandhri la città aveva esigenze di difesa a causa della presenza europea sulla costa meridionale dello Stretto e dell’ostilità degli abitanti delle...

Il mercato di Larache
Il mercato di Larache, restaurato di recente con il contributo della Junta de Andalucía, è uno dei complessi più rappresentativi del Protettorato. Di stile neomoresco, fu edificato nel 1927 da León...

Le mura di Tétouan
La cinta di Tétouan si data alla fine del XVII – inizi del XVIII s., quando la città riceve l’ultima grande ondata di immigrati, e sarà completata alla metà del XVIII; in essa viene inserita, nella...

Chefchaouen/Chaouen nel periodo degli...
Chefchaouen. Veduta parziale della città e delle mura.
Il nome della città deriva da un termine amazigh (berbero) che significa “due corna”, allusione ai due picchi montuosi che la sovrastano e che superano i 2000 m di altitudine. L’impianto urbano...

Zilil/Dchar Djdid in età romana
Zilil/Dchar Djdid. Edificio su podio
Si era a lungo ritenuto che le importanti rovine visibili nei pressi del villaggio di Dchar Jdid, una quarantina di km a SO di Tangeri fossero quelle della stazione di sosta Ad Mercuri, nota dall’...