L’eredità culturale della penisola tingitana: la ricchezza della diversità

Il patrimonio culturale della penisola tingitana, ponte tra due continenti e tra due mari, si è formato dall’incontro tra genti diverse che gli hanno conferito tratti originali.
Questa regione custodisce un’eredità culturale cospicua e vasta, le cui testimonianze sono ben riconoscibili nella fisionomia e nelle caratteristiche architettoniche degli abitati, tra le pieghe dei paesaggi rurali, nelle espressioni dell’arte e dell’artigianato, nella musica e nella poesia.
Dalla più remota Preistoria fino a oggi un susseguirsi ininterrotto di civiltà e di saperi ha dato vita infatti a manifestazioni culturali peculiari e diverse, che rappresentano una grande ricchezza della penisola tingitana.

Le produzioni ceramiche di Kouass in...
Kouass. Anfora dipinta.
L’attività delle officine ceramiche di Kouass, databile tra il V e il I s. a.C. circa, era principalmente legata alla produzione di anfore commerciali destinate al trasporto delle derrate; una parte...

La torre atalaya di Targha
Questa struttura è situata sull’estremità settentrionale dell’insenatura nei pressi della quale si trova Targha; grazie a tale posizione essa poteva controllare un lungo tratto di costa tra Ceuta a...

La fontana di Bab Al Oqla a Tétouan
La città possiede una ventina di fontane pubbliche murali, in collegamento con il sistema di distribuzione delle acque (sgundo) ideato dallo stesso Al Mandri. Una delle più interessanti è quella...

Assilah nel periodo degli interessi...
Assilah viene considerata l’erede della romana Zilil: su un promontorio che dominava l’oceano, una dozzina di chilometri a SO della colonia romana era stato fondato un ribat, attorno al quale si era...

Le mura di Tétouan
La cinta di Tétouan si data alla fine del XVII – inizi del XVIII s., quando la città riceve l’ultima grande ondata di immigrati, e sarà completata alla metà del XVIII; in essa viene inserita, nella...

Le mazmorras di Tétouan
Le mazmorras sono le carceri sotterranee scavate nel banco calcareo in corrispondenza del settore più antico della medina di Tétouan, destinate a ospitare i prigionieri e gli schiavi cristiani...