L’eredità culturale della penisola tingitana: la ricchezza della diversità

Il patrimonio culturale della penisola tingitana, ponte tra due continenti e tra due mari, si è formato dall’incontro tra genti diverse che gli hanno conferito tratti originali.
Questa regione custodisce un’eredità culturale cospicua e vasta, le cui testimonianze sono ben riconoscibili nella fisionomia e nelle caratteristiche architettoniche degli abitati, tra le pieghe dei paesaggi rurali, nelle espressioni dell’arte e dell’artigianato, nella musica e nella poesia.
Dalla più remota Preistoria fino a oggi un susseguirsi ininterrotto di civiltà e di saperi ha dato vita infatti a manifestazioni culturali peculiari e diverse, che rappresentano una grande ricchezza della penisola tingitana.

I grandi palazzi di Tétouan
La demolizione del vecchio mellah rese disponibili vaste aree edificabili nel centro della medina, ove furono costruiti, nel XVIII secolo e nei brevi periodi della ripresa economica della città (1800...

Qsar El Kebir sotto i Merinidi
La città si schierò sin dall’inizio della loro ascesa a fianco dei Merinidi, che la ricompensarono con la costruzione di edifici pubblici: un hammam, un ospedale (maristan) e una madrasa, oggi...

L’opera di Mariano Bertuchi
Mariano Bertuchi, Fiesta en Tanger
Mariano Bertuchi Nieto (1884-1955), originario di Granada, è considerato il pittore ufficiale del Marocco spagnolo. Vi si recò per la prima volta a 15 anni con l’interprete del generale O’Donnell,...

Chefchaouen/Chaouen nel periodo degli...
Chefchaouen. Veduta parziale della città e delle mura.
Il nome della città deriva da un termine amazigh (berbero) che significa “due corna”, allusione ai due picchi montuosi che la sovrastano e che superano i 2000 m di altitudine. L’impianto urbano...

Le città all'epoca dei Protettorati
Tètouan. Scorcio della città.
L’ensanche è un’area periurbana destinata ad una urbanizzazione pianificata; nel Protettorato nuovi insediamenti si svilupparono secondo un tracciato regolare pianificato, mentre nelle città già...

La chiesa di St Andrews a Tangeri
La chiesa anglicana di St Andrews fu edificata negli anni 1880 con i fondi raccolti in una colletta organizzata dal Consolato d’Inghilterra; Hasan I donò il terreno e la fece decorare da artigiani...