L’eredità culturale della penisola tingitana: la ricchezza della diversità

Il patrimonio culturale della penisola tingitana, ponte tra due continenti e tra due mari, si è formato dall’incontro tra genti diverse che gli hanno conferito tratti originali.
Questa regione custodisce un’eredità culturale cospicua e vasta, le cui testimonianze sono ben riconoscibili nella fisionomia e nelle caratteristiche architettoniche degli abitati, tra le pieghe dei paesaggi rurali, nelle espressioni dell’arte e dell’artigianato, nella musica e nella poesia.
Dalla più remota Preistoria fino a oggi un susseguirsi ininterrotto di civiltà e di saperi ha dato vita infatti a manifestazioni culturali peculiari e diverse, che rappresentano una grande ricchezza della penisola tingitana.

Tétouan: grande moschea
La Grande Moschea di Tétouan fu fatta costruire nel 1808 da Mulay Sliman sulle rovine di un’altra di piccole dimensioni. A tal fine il sultano, un anno prima, aveva fatto spostare il mellah, già...

Ceuta in età punica
Le testimonianze di età punica a Ceuta sono piuttosto scarse: alcune anfore sono venute in luce nei recenti scavi condotti presso la Cattedrale e altre, databili tra il V e il III s. a.C., sono state...

Tétouan morisca andalusa
Tétouan. La Medina, gli ingressi delle abitazioni tradizionali.
Al momento della rifondazione da parte di Sidi Al Mandhri la città aveva esigenze di difesa a causa della presenza europea sulla costa meridionale dello Stretto e dell’ostilità degli abitanti delle...

Gli utensili del Calcolitico
Informazioni preziose sugli utensili più diffusi nel Calcolitico nella penisola tingitana vengono da grotte già frequentate nel Neolitico. Sono pressoché costanti i rinvenimenti di ceramiche della...

Il faro di Cap Spartel
L’importanza dei traffici tra Atlantico e Mediterraneo si rifletteva sul porto di Tangeri, attivo anche nel quadro del commercio mediterraneo, ma l’ingresso nello Stretto dall’Oceano presentava...

Assilah nel periodo degli interessi...
Assilah viene considerata l’erede della romana Zilil: su un promontorio che dominava l’oceano, una dozzina di chilometri a SO della colonia romana era stato fondato un ribat, attorno al quale si era...